Translate

mercoledì 11 febbraio 2015

Che Cos'è il Fabbisogno di Freddo di una Pianta da Frutto ?


Molti pensano che una pianta "soffra" solo il freddo e che un inverno caldo non possa di certo "far del male" ad una pianta, dimenticando che in realtà molte piante hanno un elevato fabbisogno di freddo.
Nella mente dei meno attenti potrebbe tranquillamente palesarsi la seguente convinzione "Se una pianta resiste in Norvegia figuriamoci in Florida".

Eppure ogni pianta si è evoluta per sopravvivere in uno specifico ambiente; una specie da climi temperati ha bisogno di "sentire" il freddo invernale per potersi sviluppare correttamente. La quantità di freddo invernale necessaria varia da specie a specie, essendo massima nelle piante da climi freddi e nulla in quelle tropicali.


Brina sulle foglie



Brinata sulle foglie


Molte piante tropicali (ad es. la Papaya) hanno una fioritura continua durante tutto l'anno e non indotta da particolari stimoli o cambiamenti ambientali.
Altre, invece, sfruttano l'alternanza di due fasi distinte. Pensiamo ad un paese dal clima Monsonico ovvero in cui vi sono due stagioni: quella asciutta e quella bagnata, ma senza grosse variazioni di temperatura. Qui la fioritura di molte piante è indotta dal periodo siccitoso, questo è lo "stress" necessario affinchè si possano avere fiori e, conseguentemente, frutti.

Nelle piante non tropicali lo "stress" che induce la fioritura è rappresentato dal freddo. Le ore di freddo necessarie per soddisfare il Fabbisogno di Freddo (Chilling Requirement), ovvero per rimuovere la dormienza delle gemme, varia da specie a specie e anche tra le diverse cultivars.


Elenco Fabbisogno di Freddo per le diverse specie di piante da frutto.


Specie
Cultivars
Ore di freddo


Melo
Fuji
600
Elstar
900
Golden Delicious
700
Red Delicious
700
Granny Smith
600
Albicocco
Varie
400-500
Fico
Varie
Poche ore
Olivo
Varie
100-250
Ciliegio
Varie
700-800
Pesco
Redhaven
800
Suncrest
700
Mandorlo
Varie
250-500
Castagno
Varie
400-600
Pistacchio
Varie
800
Noce
Varie
700-800
Pero europeo
Varie
700-800
Pero asiatico (Nashi)
Varie
300-500
Pistacchio
Varie
800
Susino europeo
Stanlay
800
Susino cino-giapponese
Shiro
600
Santa Rosa
300
Burbank
400
Vite
Varie
200
Kiwi
Varie
700-1100
Kaki
Varie
Meno di 100
Melograno
Varie
Meno di 100
Mirtilli
Varie
1000




Ma che cosa sono le ore di freddo? e come si calcolano?


Rispondere a questa domanda non è cosa facile in quanto la fisiologia delle piante è assai complessa e risponde a moltissimi stimoli che vanno oltre la sola temperatura.


Esistono diverse scuole di pensiero a riguardo e il calcolo può essere fatto contando, tra Novembre e Febbraio:

  • Il numero di ore in cui la temperatura è inferiore a 7°
  • Il numero di ore in cui la temperatura è compresa tra 7° e 0°
  • Secondo il modello Utah si attribuisce un valore diverso per ogni ora trascorsa entro un determinato range di temperatura secondo la tabella che segue:


                                       
Temperatura
Unità di freddo corrispondenti
1h a < 1,4°
0
1h tra 1,5° e 2,4°
0,5
1h tra 2,5° e 9,1°
1
1h tra 9,2° e 12,4°
0,5
1h tra 12,5° e 15,9°
0
1h tra 16,0° e 18,0°
-0,5
1h >18°
-1




Solo dopo aver superato questa "soglia di freddo" le gemme sono pronte a schiudersi in primavera.

Le unità di freddo possono variare molto anche nel giro di pochi km, basti pensare alla Sicilia costiera rispetto ad una vallata interna. Nel Sud Italia, spesso, il fabbisogno di freddo rimane sotto le 500 unità ed, in alcuni casi, anche intorno alle 200. Nel Nord Italia si può arrivare tranquillamente a oltre 1000 unità.




Unità di Freddo che si accumulano in un inverno "medio"  in 
Florida (USA)



Ma cosa succede se il fabbisogno di freddo non è soddisfatto?

  • Ritardo della ripresa vegetativa
  • Cascola delle gemme
  • Fioritura scarsa e scalare
  • Anomalie floreali  


E tutto questo in cosa si traduce?


Tutto questo si traduce in un'allegagione scarsa, in una maturazione ritardata dei frutti che risultano spesso piccoli, deformi e di scarse qualità organolettiche.

Nei casi più gravi la fioritura può essere del tutto assente.

Ho letto, non ricordo bene dove, che in alcune zone dell'Africa tropicale furono piantati degli Olivi: lì vegetano in continuazione durante tutto l'anno e la mancata "pausa invernale" fa si che non fioriscano mai.