Translate

martedì 2 dicembre 2014

Piante Erbacee VS Piante Arboree, Quali sono le Differenze?

Le piante Arboree :


sono, di solito, tra le più alte e longeve del mondo vegetale. Questa tipologia di pianta è caratterizzata dal fatto che il fusto è costituito prevalentemente da legno. Una loro caratteristica è quella di andare incontro al processo di lignificazione, ovvero una modificazione della parete cellulare delle cellule vegetali.

I tessuti, le cui cellule sono state sottoposte a lignificazione, sono in grado di avere anche una funzione strutturale e di sostegno. Dopo la lignificazione le pareti cellulari sono composte prevalentemente da Lignina e Cellulosa. La percentuale di questi due polimeri determinerà la durezza del legno.
Le piante arboree si dividono in sempreverdi o decidue (ma di questo parleremo altrove).
Appartengono a questa categoria le più comuni Piante da Frutto (ad es. il BIRICOCCOLO) e Piante da Legno, oltre ad innumerevoli Piante Ornamentali.






Le piante Erbacee :


sono piante caratterizzate da un ciclo più breve che solitamente dura da pochi mesi a qualche anno. Hanno, come dice la parola, una consistenza erbacea in quanto i propri tessuti non sono andati incontro al processo di lignificazione.

A questa categoria appartengono Piante Officinali, Foraggere, Cereali, Piante Orticole o Piante da Fiore (ad es. NARCISI).
Gli ortaggi ad esempio vengono coltivati da noi come piante erbacee annuali. Hanno una crescita esplosiva e, in pochi mesi, sono in grado di germogliare, crescere, fiorire e portare a maturazione i propri frutti.