Translate

lunedì 2 marzo 2015

Che Clima ha l'Italia?

Per rispondere alla domanda "Che clima ha l'Italia" dobbiamo considerare che l'Italia ha una latitudine che si estende per circa 12° (dal 47°N delle Alpi in Trentino al 35°N dell'Isola di Lampedusa), un'altitudine che passa dal livello del mare ai 4810 m del Monte Bianco, un'orografia complessa con l'Appennino che praticamente divide in due l'Italia ed una miriade di microclimi.



Italia vista dal Satellite



In linea generale potremmo asserire che in Italia il clima diventi più mite procedendo da Nord verso Sud e da Est verso Ovest (quest'ultima cosa è particolarmente vera per le regioni del Centro-Sud in cui l'Appennino rappresenta un ostacolo per le gelide correnti provenienti da Est).

Il clima prevalente in Italia, almeno al Centro-Sud, è di tipo Mediterraneo con inverni miti e umidi ed estati calde e siccitose, sebbene vi siano innumerevoli sfumature che analizzeremo, spero in maniera non troppo noiosa, ora.


La Sicilia è la regione più a Sud d'Italia e anche quella più mite. Il clima è di tipo Mediterraneo-caldo ma, almeno sulla costa, ha una certa componente Sub-tropicale. Se qualche amico siciliano stesse leggendo queste righe ed avesse un pezzo di terra deve sapere che potrebbe cimentarsi con innumerevoli piante Subtropicali e che le potenzialità siciliane vanno ben oltre le Arance.
I Mango e gli Avocadi che troviamo in tutti i supermercati provengono spesso dal Brasile; invece di dover distruggere metà raccolto di arance per tener ragionevolmente alti i prezzi, non converrebbe fare degli impianti di questi due frutti?
Sulla costa le temperature minime invernali si aggirano attorno agli 8-9° C e le massime sui 15-16° C, in eventi rari si scende sotto i 5° C, ma praticamente mai gela. Le precipitazioni, a Palermo, si aggirano attorno ai 600 mm all'anno. La neve, in pianura, è un evento con cadenza ventennale e, di solito, è solo una spruzzatina che non registra accumuli. Ovviamente l'Etna, con i suoi 3.350 m, è innevato tutti gli inverni.


Etna, 3343mt


La seconda isola italiana, la Sardegna, gode di un clima leggermente più fresco della Sicilia, ma tuttavia con estati roventi e siccitose. La posizione dell'isola potrebbe "farla sembrare" più a Nord, ma Cagliari ha la stessa latitudine di Cosenza.


La zona con inverni meno miti del Mezzogiono è la Puglia, questo a causa della sua natura pianeggiante che non offre protezione contro i freddi venti provenienti dai Balcani.

Il Sud della Puglia e la Sardegna, oltre al Piemonte, sono le zone meno sismiche d'Italia.


Castel del Monte, Andria, Puglia



L'Italia centrale, come ovvio, rappresenta un clima intermedio: le coste di Toscana e Lazio sono più riparate e miti di quelle dell'Abruzzo e delle Marche. Mentre l'Umbria, ed in generale le zone interne, sono caratterizzate da una maggior continentalità. Il capoluogo più freddo d'Italia è L'Aquila,  in Abruzzo. I suoi 700 m di altitudine e la posizione "a conca" la rendono particolarmente fredda di notte e non solo d'inverno.


Il Nord Italia ha un clima generalmente continentale, ma con molte eccezioni. La Pianura Padana esemplifica al massimo questo fenomeno. L'inverno è freddo, molto umido ed, in determinate condizioni, la nebbia e temperature prossime allo zero durano anche nelle ore centrali della giornata. Le zone di bassa pianura sono anche quelle che, di solito, registrano temperature inferiori durante avvezioni di masse d'aria siberiana. Più ci si sposta verso le colline e più il clima si addolcisce e la nebbia diventa più rara, questo fenomeno è particolarmente evidente tra le colline veronesi e la pianura veneta.
Per contro, in estate, la "conca" padana registra temperature molto afose ed, in primavera, può registrare temperature 3-5° C più alte, rispetto a zone costiere più a Sud e mitigate dalle brezze marine.
Le precipitazioni, soprattutto quelle estive, diventano via via più scarse man mano ci si allontana dalla fascia pre-alpina.


Tipica giornata nebbiosa invernale nella Pianura Padana


Il clima alpino caratterizza le zone più a Nord d'Italia, qui il clima varia a seconda dell'altitudine, ma anche dell'orografia. Gli inverni sono freddi, le estati tiepide e spesso colpite da temporali.
Le Doline (gole strette) degli altopiani del Trentino Alto Adige sono tra i posti più freddi d'Italia, la dolina di Busa Fradusta è il luogo dove è stata registrata la temperatura più bassa in Italia con -48,3° C. E' bene ricordare che le doline, data la loro conformazione, convogliano ed intrappolano l'aria gelida e possono registrare temperature anche di oltre 10° C inferiori alle zone limitrofe.

Una delle zone abitate più fredde è la conca di Livigno nell'alta Valtellina.




Livigno, Valtellina, Sondrio


Nel Nord Italia esistono poi dei microclimi particolari dovuti alla presenza di masse d'acqua come avviene nei grandi laghi prealpini. In linea generale il lago "più mite" ,e anche quello con maggior superficie, è il lago di Garda vuoi perchè leggermente più a Sud, vuoi perchè risente più dello scirocco che risale dal mar Adriatico. Il lago di Como (il più profondo) e il lago Maggiore non hanno grosse differenze, anche se in quest'ultimo il clima diventa più mite solo nella parte più a Nord, in quanto la zona Sud è molto aperta ed esposta. Cannero Riviera è probabilmente una delle località più miti del Piemonte, l'esposizione a Sud, la protezione dal vento offerta dalle ripide montagne che si innalzano a Nord e l'acqua che limita l'irraggiamento notturno permette la coltivazione di tutti gli Agrumi.
Il clima "lacustre" si limita alle zone limitrofe al lago, basta esser dietro una piccola collina a 3 km in linea d'aria dal lago per non godere più dei suoi effetti mitigatori.



Eremo santa caterina lago maggiore
Eremo di Santa Caterina sul versante lombardo del Lago Maggiore



La Liguria è la regione con le località più miti del Nord Italia e anche con minore escursione termica annua. Sotto molti aspetti questa regione assomiglia più a zone costiere del Mezzogiorno, rispetto a quelle del Centro-Nord. Sulla costa le ore di Sole annue sono molto numerose, la nebbia praticamente inesistente, la neve, così come temperature prossime allo zero, sono eventi rari ed effimeri.
Tutto questo è, per via dell'orografia, ancora più accentuato nella Riviera di Ponente (Provincia di Imperia).



Imperia


Ma a cosa è dovuto questo particolare Clima Ligure?

La Liguria è a forma di Arco in cui a Nord vi è l'Appennino Ligure e a Sud il Mar Ligure.
Le montagne impediscono l'arrivo di aria fredda da Nord: questo fa si che, soprattutto in inverno, si possano creare dei fortissimi gradienti termici tra il basso Piemonte e la Liguria costiera.
Il mare è molto profondo e si mantiene sui 14-15 C per tutto l'inverno, questo "termosifone" naturale limita tantissimo l'irraggiamento notturno, garantendo temperature minime molto miti, inoltre la completa esposizione a Sud massimizza l'irraggiamento solare.
La piovosità si aggira attorno agli 800 mm annui del Ponente, con un picco che può raggiungere i 2000 mm in alcune zone del genovese.


Manarola 5 terre
Manarola, 5 terre, La Spezia, Liguria